Italian English

BENVENUTO NELLA SEZIONE BACCHETTE

Troverai informazioni sulle bacchette della saga. Note bene che le informazioni così come anche le foto sulle bacchette sono riprese sia da Noble Collection che da Harry Potter: The Wand Collection come anche alcune bacchette non vengono menzionate nei libri e negli adattamenti cinematografici ma sui videogiochi o sul web in maniera ufficiale.
Bacchetta (Wand) di Draco Malfoy
Pin It

La bacchetta di Draco Malfoy era lunga 10 pollici, fatta di legno di biancospino e aveva un nucleo di pelo di unicorno. La bacchetta era fabbricata da Garrick Ollivander ed è stata descritta da lui come " ragionevolmente elastica ". 

Draco presumibilmente ha ricevuto la sua bacchetta da Ollivander nel 1991, poco prima del suo primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Usò la sua bacchetta nel primo e ultimo incontro del Dueling Club (club di duellanti indetto da Gilderoy Lockhart ) nel 1992, che ebbe luogo nella Sala Grande.

Nel 1997, Draco cercò, invano, di uccidere Albus Silente in cima alla Torre di Astronomia, disarmandolo. Aveva ricevuto l'ordine da Lord Voldemort di uccidere Silente, e aveva fatto più tentativi nel corso dell'anno per farlo, terrorizzato per la sicurezza della sua famiglia. Draco non aveva idea che disarmando Silente, sarebbe diventato il padrone della Bacchetta di Sambuco, uno dei Doni della Morte. Non poteva e non voleva portare a termine l'omicidio, e Severus Piton intervenne per uccidere Silente in accordo con il loro piano segreto.

Nella primavera dell'anno successivo , Draco era a casa per le vacanze di Pasqua quando un gruppo di Ghermidori guidati da Fenrir Greyback catturò Harry Potter, Hermione Granger e Ron Weasley, e portò loro tre e gli altri prigionieri a Villa Malfoy. Nella schermaglia che ne seguì, Draco fu disarmato da Harrye la sua bacchetta rubata. Sua madregli diede la sua bacchetta da usare al posto dei quella persa.

 

All'indomani della Fuga da Villa Malfoy, Harry fece esaminare la bacchetta da Garrick Ollivander, che concluse che la fedeltà della bacchetta era cambiata nei suoi confronti di Draco. La bacchetta fu portata da Harry per il resto della Seconda Guerra dei Maghi.

Durante la Battaglia di Hogwarts, Voldemort scoprì che la Bacchetta di Sambuco, altrimenti nota come Bastone della Morte o Bacchetta del Destino, che aveva preso dalla tomba di Silente, non stava funzionando così bene come sperava. Credendo che questo fosse perché Piton aveva la sua fedeltà dopo aver ucciso Silente, Voldemort fece uccidere Snape da Nagini. Quando lui e Harry si affrontarono poco dopo, Harry lo corresse: dal momento che Draco aveva disarmato Silente, era lui il vero padrone della Bacchetta di Sambuco, non Piton. Quando Harry disarmò Draco a Villa Malfoy, la fedeltà della Bacchetta di Sambuco si spostò su di lui. Così, quando Voldemort ha cercato di usare la Maledizione che uccide su Harry, la Bacchetta di Sambuco si rifiutò e la maledizione fallì, sconfiggendo il Signore Oscuro una volta per tutte.

Non è noto se Draco abbia mai riavuto la sua bacchetta originale dopo che Harry ha riparato la sua bacchetta. In tal caso, non è noto se la bacchetta restituita continuerebbe a funzionare per lui come prima che Harry la vincesse, poiché non viene mai affermato come si comporti successivamente una bacchetta che è stata vinta nei confronti del suo padrone originale.

  • In Harry Potter e la pietra filosofale , Draco commenta che sua madre era "andata a guardare le bacchette ", quando parlava con Harry Potter da Madam Malkin's. Questo suggerisce la possibilità che la sua bacchetta sia stata acquistata per Draco da sua madre, Narcissa, e che quindi non lo abbia mai "scelto". Tuttavia, è molto più probabile che Narcissa stesse semplicemente confrontando l'artigianato dei fabbricanti di bacchette e che Draco si sia unito a lei in seguito e sia stato scelto dalla sua bacchetta, quando lei aveva deciso da quale negozio di bacchette avrebbero effettuato l'acquisto.
  • Il legno della bacchetta di Draco corrisponde alla sua data di nascita nel calendario degli alberi celtici. Tuttavia, è improbabile che questo sia stato intenzionale da parte della Rowling, come ha commentato una volta: "Ho usato solo le assegnazioni celtiche per Harry, Ron e Hermione. Mi piaceva avere una connessione nascosta tra Harry, Ron e Hermione sulle bacchette che solo io conoscevo".
  • La bacchetta di Draco (a parte quella di sua madre) è una delle poche bacchette negli adattamenti cinematografici ad avere lo stesso design in tutti e otto i film. Ma l'oggetto di scena negli ultimi due film è tutto nero piuttosto che marrone con manico nero.
  • In Harry Potter e i Doni della Morte: Parte 2, Harry rompe la Bacchetta di Sambuco invece di riparare la sua bacchetta. Non è noto se abbia tenuto questa bacchetta al suo posto.
  • Nella parte 2 del film finale, invece di dire "ragionevolmente elastica", Garrick Ollivander la descrive come "ragionevolmente flessibile".
  • Si dice che le bacchette di biancospino siano "più a loro agio" con un mago che attraversa un periodo di turbolenze. Durante gli ultimi due anni di possesso di questa bacchetta, Draco Malfoy è stato sottoposto a enormi pressioni per uccidere Albus Silente, e subito dopo ha sofferto per Voldemort che occupava la casa della sua famiglia.
  • Le bacchette con crine di unicorno come nucleo sono le più difficili da trasformare nelle Arti Oscure. Anche se all'inizio sembrerebbe ironico, poiché l'inclinazione di Draco per le Arti Oscure durante i suoi primi anni di età (e il suo successo nel lanciare l'oscura Maledizione Imperius ).
  • Secondo il tweet di JK Rowling sui disegni della bacchetta per Harry Potter e la maledizione dell'erede, la bacchetta di Malfoy diciannove anni dopo gli eventi dei Doni della Morte è fatta di biancospino. Non è chiaro se si tratti della stessa bacchetta o di una bacchetta appena acquistata che era fatta dello stesso materiale.


Leggi il Disclaimer dei contenuti e le risorse di appartenenza

Back To Top