Italian English

SEZIONE NOTIZIE MONDO

Benvenuto nella sezione Notizie Mondo "Troverai tutte le notizie aggiornate quotidianamente"
Harry Potter: Tom Felton - “Dubito fortemente che ne venga tratta una serie"

Dubito fortemente che ne venga tratta una serie. Tuttavia, la fiamma di Harry Potter non si spegnerà velocemente, dunque non mi sorprenderebbe”: a parlare così, nel corso di un’intervista a Entertainment Tonight, Tom Felton che rimane possibilista circa la realizzazione di una serie dedicata al maghetto con la cicatrice, icona del cinema fantasy, nato dalla penna di J.K. Rowling.

L'ipotesi di una serie tv incentrata sulla saga ha cominciato a farsi strada lo scorso gennaio quando uscì la notizia di alcuni progetti ed eventi a favore del ventennale del maghetto organizzati da HBO MAX ma a scorzare gli animi dei fans ci penso' la Warner Bros diramando una smentita ufficiale di una serie tv ma lasciando intendere che tutto poteva avere una sua evoluzione nel tempo.

Per un Tom Felton che ha lasciato intendere che non disdegnerebbe il tornare ad indossare i panni del cattivissimo Draco Malfoy, dicendosi addirittura pronto a tingersi nuovamente i capelli di biondo, Rupert Grint, interprete di Ron Weasley, ha rilasciato recentemente dichiarazioni di inequivocabile segno opposto:

“Sarebbe strano se fosse una continuazione della saga. Mi sento molto protettivo nei confronti del mio personaggio, anche vedere gli spettacoli a teatro è stata un’esperienza piuttosto strana. Se invece fosse incentrata su nuovi personaggi, immagino sarebbe interessante”.

WarnerMedia, per non essere da meno, ha intenzione di portare avanti un progetto veramente interessante e ispirato alla saga del maghetto. Per celebrare il 20° anniversario di Wizarding World, la società americana ha dato il via alla realizzazione di un game show dedicato all’universo ideato da J.K. Rowling che andrà in onda su HBO Max, Cartoon Network e TBS. Ma non è solo questo quello che ha tenuto i fan della saga così sulle spine.


Leggi il Disclaimer dei contenuti e le risorse di appartenenza

Back To Top