Italian English

BENVENUTO NELLA SEZIONE GERARCHIE FAMILIARI

Troverai informazioni sulle famiglie conosciute nel mondo magico e sulla loro composizione
La nobile Casata (Famiglia) dei Gaunt
Pin It

Famiglia GauntLa nobile e antichissima casata dei Gaunt è una delle sacre ventotto e vivevano appena fuori Little Hangleton, un piccolo villaggio nel nord dell'Inghilterra. Tuttavia, la loro simpatia per la grandezza in tandem con poca sensibilità quando si trattava di indulgenze significava che l'oro di famiglia veniva sperperato molto prima che nascesse l'ultimo del lignaggio.  Avevano la tendenza a sposare i loro cugini (o parenti) per mantenere il loro sangue puro, per conservare i tratti degli antenati (come ad esempio la rettilofonia - parlare serpentese), ma anche mantenere la linea di sangue diretta tra i discendenti; tra questi Salzar Serpeverde (fondatore di hogwarts) e Cadmus Peverell (uno dei fratelli nominati da Beda il bardo nella storia dei Doni della morte).

La linea del sangue puro viene estinta in linea maschile (tra il 1943 e il 1996) dopo la morte di Morfin ed esiste solo in linea femminile da Merope Gaunt che la interruppe dando alla luce Tom Riddle con un babbano. 

FAMILIARI CONOSCIUTI:

  • Gormlaith Gaunt 
  • Rionach Gaunt 
  • Corvinus Gaunt 
  • Marvolo Gaunt 
  • Morfin Gaunt
  • Merope Gaunt

Un po' di storia:

Nel 1600, Gormlaith Gaunt uccise sua sorella Rionach e suo marito William Sayre per aver tradito la fede della famiglia nella supremazia dei Purosangue e aver prestato aiuto ai Babbani vicini. Lo ha fatto dando fuoco al loro cottage. Gormlaith poi prese la loro bambina, sua nipote Isotta Sayre e la imprigionò per dodici anni, nella speranza che potesse allevarla nelle tradizioni di famiglia purosangue. Isotta alla fine fuggì nel nuovo mondo e aiutò a fondare la Scuola di Magia e Stregoneria di Ilvermorny con il marito babbano James Steward.

Intorno al 1634, Gormlaith scoprì che una preside di una nuova scuola di magia nel Nuovo Mondo si chiamava "Morrigan". Ricordava che sua nipote era stata chiamata così da suo padre a causa del loro lignaggio con la stessa Morrigan. Quando ha anche saputo che la scuola si chiamava Ilvermorny, sapeva che era Isotta perché era il nome dello stesso cottage in cui Isotta era nata e a cui Gormlaith aveva dato fuoco. Era anche sconvolta nel sentire che Isotta aveva sposato un Babbano e aveva aperto la scuola a chiunque e non pochi selezionati di purosangue. Ha escogitato un piano e si è recata nel Nuovo Mondo per vendicarsi di sua nipote. I suoi piani stavano andando bene, dato che era riuscita a portare la famiglia Steward in una stanza e si stava preparando a uccidere James e le figlie della coppia, quando Isotta gridò il nome "William". Un amico di Isotta, un pukwudgie (di nome William - una creatura magica originaria degli Stati Uniti d'America imparentata con i goblin europei), apparve dietro Gormlaith e le colpì il cuore con una freccia, uccidendola all'istante.

I Gaunt, essendo discendenti diretti di Salazar Serpeverde, conoscevano anche la Camera dei Segreti, e Corvinus Gaunt fu determinante nel mantenere segreto l'ingresso alla Camera. Nel 1700, ci fu una proposta per installare un elaborato sistema idraulico al castello di Hogwarts. Questo, ovviamente, minacciava la segretezza intorno all'ingresso della Camera dei Segreti, che, all'epoca, aveva ancora il suo aspetto originale. Si realizzò, quindi, una botola nascosta e una serie di tunnel magici allestiti nel bagno delle ragazze. (Corvinus Gaunt era, all'epoca, uno studente a Hogwarts e sapeva dov'era l'ingresso della Camera e come aprirla; aveva il compito di proteggere segretamente l'ingresso, avendolo nascosto dietro gli impianti idraulici e un lavandino, che oggi fanno parte del Bagno di Mirtilla malcontenta, in modo che chi sapeva come potesse ancora accedere alla Camera).

Nel 20° secolo:

All'inizio del ventesimo secolo, i Gaunt erano stati ridotti in povertà, possedendo solo pochi vecchi cimeli e vivendo in una piccola baracca fatiscente. Inoltre, generazioni di consanguineità li avevano resi violenti e instabili. Marvolo Gaunt (o Orvoloson  gaunt nella traduzione italiana) era spesso offensivo nei confronti di sua figlia Merope, il cui trauma emotivo le rendeva difficile l'uso della magia, facendo credere agli altri che fosse un Squib (nato da almeno un genitore mago ma senza poteri magici). Suo fratello Morfin parlava in Serpentese più che in inglese e spesso terrorizzava i Babbani, portando infine alla sua prigionia ad Azkaban.

Merope è andata contro le convinzioni della sua famiglia e ha sposato il babbano Tom Riddle Senior attraverso la coercizione (Harry Potter e Albus Silente congetturarono che Merope usasse un filtro d'amore per far che Tom si innamorasse di lei) dando alla alla luce il loro unico figlio, che sarebbe diventato il famigerato Mago Oscuro, Lord Voldemort. Marvolo, di ritorno da un mandato di sei mesi ad Azkaban, è morto a causa dello shock per il tradimento di Merope o per non aver mai imparato a destreggiare la magia, senza menzionare mai più l'esistenza di sua figlia. Morfin, di ritorno dalla condanna a tre anni, succedette poi a Marvolo come patriarca della famiglia.

Morfin visse, come ultimo erede maschio del nome Gaunt, in solitudine per i successivi tredici anni, con una cura molto scarsa dell'igiene e della casa, causando un drastico deterioramento sia del suo aspetto che della baracca. Fu condannato all'ergastolo ad Azkaban quando suo nipote, Voldemort, venne in visita per conoscere la sua eredità (quì trovò l'anello che pi diventerà un horcrux e che aveva incastonata la pietra della resurrezione). Tom riddle Jr. (Voldermort) usò Morfin come capro espiatorio per l' omicidio della famiglia Riddle, impiantandogli nella memoria l'omicidio, Morfin ha facilmente confessato un crimine che non ha commesso, ed è stato incarcerato fino alla sua morte. Quando sono emerse prove della sua innocenza, la sua salute si era già indebolita al punto che morì prima che il Ministero potesse rilasciarlo, e il suo corpo fu sepolto nel cimitero di Azkaban.

Alla morte di Morfin Gaunt, erede del Casato dei Gaunt, la linea maschile della famiglia Gaunt terminò. La linea femminile, insieme alla famiglia Serpeverde e alla famiglia Riddle, continuò sotto Tom Marvolo (Orvoloson) Riddle, che in seguito sarebbe stato conosciuto come Voldemort. Anche se, al mondo magico in generale, sembrava che queste tre famiglie si fossero concluse con la morte di Voldemort, in realtà continuano con la figlia segreta, Delphini, nata dall'unione con Bellatrix Lestrange (black). Delphini è stata successivamente inviata ad Azkaban per i suoi crimini, quali omicidio, e il tentativo di alterare illegalmente il tempo (le notizie di Delphini si hanno dall'opera teatrale di Harry Potter e la maledizione dell'erede).

Fino al XX secolo, ogni singolo membro della famiglia Gaunt era purosangue. Erano anche gli ultimi discendenti conosciuti di Salazar Serpeverde (Marvolo ostentava il medaglione di Salazar in suo possesso a chiunque avesse dubbi), così come i discendenti dei Peverell (stessa cosa per l'anello), famosi antenati di cui erano molto orgogliosi.

I cimeli di famiglia

Gormlaith Gaunt possedeva la bacchetta di Salazar Serpeverde (di sua fabbricazione, fatta di legno serpente e contenente un frammento di un corno di serpente magico: in questo caso, un corno di Basilisco) e la usava per torturare i babbani, successivamente la usò anche per intrappolare sua nipote Isotta Sayre. Isotta rubò la bacchetta quando fuggì nel Nuovo Mondo nel 1620 e la usò fin quando Gormlaith la disattivò con un incantesimo quando scoprì l'esatta residenza della nipote intorno al 1634. Alla fine,non più utilizzabile, fu sepolta alla Scuola di Magia e Stregoneria di Ilvermorny dove crebbe  un albero di legno serpente unico le cui foglie avevano proprietà magiche.

NB: iL Legno serpente o amoretto è il nome comune impiegato usualmente per indicare il legno ottenuto da tre specie vegetali: Acacia xiphophylla (fam. Fabaceae) dell'Australia, Brosimum guianense (o Piratinera guianensis, fam. Moraceae) dell'America del Sud o una specie di Colubrina (fam. Rhamnaceae) del Nord America.

Gormlaith Gaunt possedeva la bacchetta di Salazar Serpeverde
Bacchetta di Gormlaith Gaunt precedentemente di Salazar Serpeverde

Marvolo Gaunt era in possesso di un anello con un  sigillo trasmesso dai suoi antenati Peverell (in particolare da Cadmus). Questo anello fu infine trasformato in un Horcrux da Voldemort e distrutto da Silente con la Spada di Grifondoro. Conteneva anche la Pietra della Resurrezione, uno dei leggendari Doni della Morte, qualcosa di cui Voldemort non era a conoscenza. La Pietra stessa fu persa nella Foresta Proibita quando Harry Potter la lasciò cadere mentre andava ad affrontare Voldemort.

Anello famiglia Gaunt
Anello famiglia Gaunt

I Gaunt hanno anche ereditato il medaglione di Salazar Serpeverde per molte generazioni. Tuttavia, in seguito Merope lo vendette a Borgin e Burkes per mantenersi durante la gravidanza, successivamente entrò in possesso di Hepzibah Smith, che un adolescente Tom Marvolo Riddle uccise e rubandoglielo (o, secondo Riddle, recuperò ciò che era suo di diritto). Ha anche trasformato questo cimelio di famiglia, appartenuto alla madre,  in un Horcrux. Molto più tardi, fu rubato, dal nascondiglio prefissato da Tom, da Regulus Black e successivamente distrutto da Ron Weasley con la Spada di Grifondoro.

Medaglione di Salazar Serpeverde
Medaglione di Salazar Serpeverde

ETIMOLOGIA

La parola "gaunt" è definita come "desolato o desolazione". Giovanni di Gaunt era un nobile inglese del XIV secolo. Gaunt, nel suo caso, era una corruzione fonetica del suo luogo di nascita, la città che sarebbe diventata Gand, in Belgio.

Le precedenti designazioni "di Gand" erano state viste già nel 1148-1149 d.C., con l'autore e poeta fiammingo Nivardus di Gand / "Gaunt" (noto anche come "Baldwin / Bernard the Blind"), che è in gran parte attribuito come scrittore di "la prima grande bestia poema epico" e "una delle satire più ciniche, beffarde e cupe mai scritte", Ysengrimus . Il suo personaggio principale è Isengrin ("Ysengrimus") il lupo, e descrive come i suoi vari schemi vengano superati dall'astuta e ingannevole figura dell'imbroglione Reynard ("Reinardus") la volpe. L'opera di Nivardus divenne così popolare che la parola renard divenne la parola francese per "volpe".

Ysengrimus, come scritto da Nivardus, è solitamente considerato un'allegoria per i monaci corrotti della Chiesa cattolica romana. L'avidità di Ysengrimus è ciò che in genere lo induce a essere fuorviato, e arriva a una macabra fine alla fine del poema. Reinardus l'Imbroglione, invece, rappresenta i poveri e gli umili; trionfa sull'"avido e corrotto" Ysengrimus con il suo ingegno e glorifica il potere e il valore dell'astuzia e dell'ambizione. GauntFamily.jpeg

Giovanni di Gaunt era un figlio del re Edoardo III d'Inghilterra, ma poiché era solo il terzo figlio, non ci si aspettava che lui e i suoi discendenti salissero al trono, cosa che alla fine fecero. In primo luogo, attraverso i suoi discendenti maschi legittimi, i Lancaster, e poi attraverso i suoi discutibili discendenti illegittimi, dalla sua amante di lunga data e poi terza moglie Katherine Swynford, i Beaufort. La madre di Henry Tudor (in seguito Enrico VII) era una Beaufort e la sua pretesa al trono derivava da lei. Pertanto, Giovanni di Gaunt è un antenato della Casa dei Tudor.

L'erede di Gaunt depose un re e usurpò il trono, forse alludendo ai tentativi del discendente dei Gaunt, Voldemort, di rovesciare il governo magico della Gran Bretagna e governarlo lui stesso. Inoltre, il pronipote di Gaunt, Enrico VI, era noto per la sua instabilità mentale, che in precedenza era stata indicata come una caratteristica della Casa di Gaunt, ma nel caso di Enrico VI probabilmente derivava da suo nonno, Carlo VI di Francia.

Gaunt potrebbe anche derivare da un'antica dea celtica, Gontia ("Guntia" in latino), il cui nome, secondo alcuni storici, sarebbe stato adottato per la città di Gand, detta "il suo villaggio patrono". Si pensa anche che "Gontia" si riferisca alla parola gallese canda ("bianco splendente"), dalle raffigurazioni di lei a cavallo di un cavallo bianco, e al condate celtico ("confluenza").

Gontia era la dea protettrice dei cavalli; la luna; fiumi/acqua; destino o destino; e fortuna/fortuna. Le venivano fatte offerte per assicurarsi il successo, e "buona fortuna", per esiti favorevoli.

In Harry Potter e il principe mezzosangue, nella memoria di Bob Ogden, Merope Gaunt viene mostrata mentre si strugge per Tom Riddle Senior, che cavalca il suo cavallo, a volte al fianco di Cecilia, ogni giorno davanti alla Gaunt Shack .

Allo stesso modo, Ginny Weasley, che è posseduta dal discendente Gaunt Tom Marvolo Riddle (Lord Voldemort) in Harry Potter e la Camera dei Segreti, ha un Patronus di un cavallo " bianco - argenteo ", e la sua bacchetta è dello stesso legno, come la bacchetta di Tom Riddle .

Dal punto di vista etimologico, Gaunt potrebbe aver significato una volta "di Gontia". La dea era la divinità tutelare del fiume Günz, vicino a Günzburg in Germania. È conosciuta da un'iscrizione su un altare di epoca romana a Günzburg, dove un centurione romano in visita scrisse di aver fatto un'offerta a Gontia.

Si pensava anche che Gontia fosse stata identificata con le dee Candida (Germania, "Candida la Regina" - Deae Candidae Reginae in latino), Fortuna (romana), Epona (gallo/francese, designata come Epona Regina - "Regina Epona"), e Rhiannon (anglo-gallese, dal brittanico Rigantona, da rigan, "la regina"). È anche conosciuta ai giorni nostri come "Lady Fortune" o "Lady Luck" e associata a divinazione, magia, incantesimo, astrologia e profezia .

Alcuni resoconti di lei come Epona la descrivono anche come "la guida dell'anima nell'aldilà"; il tasso era anche associato alla morte, alla rinascita e alla "vita oltre la morte". Allo stesso modo, il tasso era considerato appropriato per decorare per Yule, poiché il solstizio d'inverno rappresenta la cuspide tra la stagione della vita e la stagione della morte. In particolare, il discendente di Gaunt Tom Marvolo Riddle (Lord Voldemort) è nato "l'ultimo giorno dell'anno", in inverno - il 31 dicembre - a significare "la cuspide tra il vecchio anno morente e la nascita del nuovo anno".

Come Rhiannon, appare per la prima volta in una raccolta di storie medievali gallesi. È una donna "Otherworld" (magica) dalla mentalità forte, che sceglie Pwyll, principe di Dyfed (West Wales ), come sua consorte, in preferenza di un altro uomo a cui è già stata fidanzata. È descritta come bella, intelligente, politicamente strategica, astuta, ambiziosa e famosa per la sua ricchezza e generosità. Con Pwyll ha un figlio, l'eroe Pryderi, che in seguito erediterà la signoria/trono di Dyfed.

Come vedova dopo la morte di Pwyell, si risposa con Manawydan della famiglia reale britannica, figlio del dio gallese Llŷr, e ha altre avventure che coinvolgono incantesimi con lui. Manawydan - anche associato alla magia e agli incantesimi - è stato raffigurato nella tradizione sia come un Cavaliere della Tavola Rotonda alla corte di Re Artù, sia legato agli stregoni Merlino e Morgan le Fay. È stato anche consigliere e ambasciatore diBrân the Blessed, another "King of Briton". Brân was also said to be Manawydan's older brother, and Llŷr's firstborn.

In quanto legata a Fortuna, la dea romana del destino e della fortuna, era anche reputata "volubile", "bifronte", e legata al caos e all'instabilità, oltre che alla buona sorte per coloro che amava. Le rappresentazioni medievali di "Fortuna" sottolineano la sua dualità, transitorietà e instabilità, come due facce affiancate; una faccia sorridente e l'altra accigliata; metà della faccia bianca, l'altra nera. Può essere bendata, ma senza bilancia, cieca alla giustizia.

"Lady Fortune" appare nel capitolo 25 de Il principe di Machiavelli, in cui dice che la fortuna "governa solo una metà del destino degli uomini, l'altra metà è di propria volontà". Machiavelli ricorda al lettore che la Fortuna è una donna, e che "predilige una mano forte, o addirittura violenta, e che favorisce il giovane più aggressivo e audace di un anziano timido". Anche questo sembra rispecchiare l'ascesa del discendente Gaunt Tom Marvolo Riddle, o Lord Voldemort, come "giovane audace", nonostante gli sforzi di Albus Silente, un "anziano timido"... e la profezia coinvolgendo Harry Potter e Lord Voldemort .

Anche William Shakespeare, il cui lavoro ha fortemente ispirato la scrittura di Harry Potter da parte di JK Rowling, non era estraneo a "Lady Fortune", lamentando in particolare la sua "disgrazia con Lady Fortune" nel Sonetto 29.

Nella tradizione mitologica, sosteneva la vita di Lucius, un potenziale erede dell'impero romano, ed era legata alla virtù, o virtus (morale / forza di carattere). Si credeva che quelli con cattiva morale, o "mancanti di virtù", dispiacessero alla dea e invitassero "sfortuna" su se stessi. Lucius Malfoy, uno dei seguaci e Mangiamorte di Lord Voldemort, sembra prendere il suo nome dalla figura romana; e, anche lui, "ha subito l'ira di Voldemort".

NOTE:

  • La famiglia Gaunt è stata in gran parte omessa dall'adattamento cinematografico di Harry Potter e il principe mezzosangue. Silente fa solo riferimento all'anello Horcrux come appartenuto alla madre di Voldemort.
  • Secondo il diario di Voldemort, lui e Harry Potter sono gli unici due Rettilofoni ad entrare a Hogwarts dai tempi di Salazar Serpeverde in persona. Ciò implica che i membri della famiglia Gaunt (che erano tutti Rettilofoni) non hanno mai frequentato Hogwarts, nonostante avessero ottenuto bacchette e sapessero come lanciare incantesimi. Tuttavia, Corvinus Gaunt , antenato materno di Voldemort e presunto Parselmouth (chi parla il serpentese), frequentò Hogwarts e protesse l'ingresso nascosto della Camera dei Segreti durante l' installazione di un sistema idraulico. Gormlaith Gaunt, anche lei un Parselmouth, ha frequentato Hogwarts, come rivelato da J.K. Rowling su Pottermore. Dato che Tom Riddle ha faticato a trovare informazioni sui suoi genitori e ha scoperto la sua relazione con Marvolo Gaunt forse il suo studio sulle vecchie famiglie magiche, sembra probabile che non fosse a conoscenza del fatto che nessuno dei suoi antenati materni fossero compagni ad Hogwarts.
Albero Genealogico famiglia Gaunt
Albero Genealogico famiglia Gaunt
Albero Genealogico famiglia Gaunt con collegamenti familiari esterni
Albero Genealogico famiglia Gaunt con collegamenti familiari esterni - © Potterandmore.com - Vietata la copia


Leggi il Disclaimer dei contenuti e le risorse di appartenenza

Back To Top