Italian English

BENVENUTO NELLA SEZIONE QUADRI MAGICI

Troverai informazioni su tutti i quadri presenti nella serie di Harry Potter e Animali fantastici
Ritratto di Edward Rabnott (Hogwarts)

Edward Rabnott era un mago dai capelli neri e occhi scuri con carnagione chiara. C'erano dei suoi ritratti appesi al castello di Hogwarts. Aveva almeno tre personalità diverse, che spesso parlavano e litigavano tra loro. 

Nell'anno scolastico 1995-1996, i ritratti di Edward, ad Hogwarts, (erano due ritratti collegati dove il soggetto si spostava da uno all'altro) nascondevano un passaggio segreto dal corridoio del settimo piano al quarto piano. La password per passare dalla scorciatoia era "Tre teste sono meglio di una ". Nel 1995 , uno dei suoi ritratti era coperto di ragnatele e divenuto inaccessibile. Il ritratto di Edward promise ad Harry Potter di farlo accedere alla scorciatoia con la password per il passaggio segreto, solo se avesse potuto cancellare le ragnatele dal ritratto. Mentre Harry lo faceva, il ritratto mantenne la sua promessa. 

  • Il ritratto di Edward Rabnott sembra essere un omaggio diretto a Carlo I, re d'Inghilterra, da Tre angoli, di Anthony van Dyck .
  • Rabnott potrebbe essere morto qualche tempo prima del 1995, poiché molti ritratti appesi al castello di Hogwarts raffigurano individui defunti.
  • Nell' adattamento del videogioco di Harry Potter e l'Ordine della Fenice , Edward è stato doppiato da David Coker .

Il nome "Edward" significa "ricco guardiano", derivato dagli elementi dell'antico inglese ead "ricco, benedetto" e indossato "guardia". Sant'Edoardo il Confessore era il re d'Inghilterra poco prima della conquista normanna.

Lo troviamo in:

  • Harry Potter e la pietra filosofale (film - appare nei ritratti) 
  • Harry Potter e la camera dei segreti (film -appare nei ritratti)
  • Harry Potter e l'Ordine della Fenice (videogioco - appare in ritratto)

Familiari conosciuti

  • Modesty Rabnott (non confermato)
  • Prudence Rabnott (non confermao)


Leggi il Disclaimer dei contenuti e le risorse di appartenenza

Back To Top