Italian English

BENVENUTO NELLA SEZIONE LUOGHI DI HOGWARTS

Troverai informazioni sui luoghi di Hogwarts
Camera o Sala di accoglienza (o Chamber of Reception)

In questa camera si trovano una serie di ambienti sotterranei che servono come difesa alla Pietra Filosofale durante l'anno 1991-1992 (esattamente dal 1 agosto 1991 al 4 giugno 1992). C'erano sette camere in totale, le quali contengono degli ostacoli o compiti/attività per impedire che la Pietra potesse essere rubata e ritardavano qualsiasi intruso. 

Nel 1991, la Pietra Filosofale divenne l'obiettivo di Lord Voldemort grazie alla sua potente capacità di riportarlo al pieno potere. Sospettando questo pericolo, Albus Silente ha incaricato Rubeus Hagrid di recuperare la Pietra dallla camera blindata 713 alla Banca dei Maghi Gringott lo stesso giorno in cui ha portato Harry Potter a Diagon Alley. Quello stesso giorno, Quirinus Raptor, che veniva usato come ospite da Lord Voldemort, fece irruzione nella banca, ma non riuscì a ottenere la Pietra. 

Successivamente, Hagrid portò la Pietra a Hogwarts come richiesto, e i professori Pomona Sprout, Filius Vitious, Minerva McGonagall, Quirinus Raptor e Severus Snape, così come Hagrid e Silente stessi, crearono ciascuno la propria camera separata dagli altri a protezione ella pietra. Più che camere sono "ambienti" ognuno da passare per arrivare alla pietra ognuno realizzato in funzione delle capacità del singolo mago che lo ha creato:

1. Fluffy (Proteggeva l'ingresso della camera al terzo piano) (Rubeus Hagrid)

L'unico modo conosciuto per accedere alla Pietra Filosofale era attraverso la botola protetta da Fluffy, al terzo piano, Fluffy era stato acquistato da un mago greco da Rubeus Hagrid. Per superare questo ostacolo si doveva solo suonare una musica che avrebbe indotto il cane a tre teste a dormire.

2. Tranello (o trappola) del Diavolo (Pomona Sprout)

Una volta superata la botola protetta da Fluffy ci si trovava in una stanza piena di un pianta posizionata li dalla professoressa di Erbologia: il Tranello del Diavolo. Era stato progettato per impigliare e soffocare qualsiasi intruso, in particolare più rapidamente se l'intruso cercava di fuggire.

3. Chiavi alate (Filius Vitious)

Una camera brillantemente illuminata con un soffitto molto alto era piena di chiavi alate scintillanti incantate dal professore di Incantesimi. All'estremità opposta della camera dal c'era una grande porta di legno antico con una serratura d'argento che non poteva essere aperta, se e non con la chiave giusta.

4. Scacchi Magici (Minerva McGonagall)

La camera successiva era così scura che era impossibile vedere qualcosa. Essa conteneva una scacchiera magica gigante, incantata dalla professoressa di Trasfigurazione. Per attraversare la camera si doveva portare a termine la partita seguendo le regole degli scacchi dei maghi.

5. Troll di montagna (Quirinus Raptor)

La quinta stanza conteneva una creatura magica, nel 1991 all'interno c'era un Troll di Montagna.

6. Enigma o Indovinello della pozione (Severus Snape)

Entrando nella camera, l'ingresso era bloccato da fiamme viola, mentre l'uscita era coperta da fiamme nere. Un tavolo con sette bottiglie di pozioni senza etichetta di diverse forme e dimensioni era seduto al centro della stanza, con un indovinello logico. Tre erano veleno, due contenevano vino di ortica, uno conteneva una pozione per attraversare in sicurezza la fiamma nera e l'ultimo conteneva una pozione che consentiva il passaggio attraverso le fiamme viola. L'enigma, se correttamente elaborato, rivelava il contenuto di ciascuna bottiglia e quindi quale era sicuro da bere per consentire il progresso in avanti. 

7. Specchio delle Brame (Albus Silente)

L'ultimo ostacolo era lo Specchio delle Brame. L'unico modo per ottenere la Pietra Filosofale era guardare nello specchio e vedere se stesso possedere la pietra ma non usarla.

Note: 

  • La prevalenza del numero sette non è casuale; sette ostacoli erano in atto per raggiungere la Pietra Filosofale e sette diverse pozioni erano disponibili nell'enigma di logica di Piton. Il numero 7 sette, come dedotto dall'aritmante Bridget Wenlock, ha proprietà magiche. Si ritiene che il numero sette sia il numero più magico. È anche, ovviamente, il numero totale di libri della serie (con Rowling che si attiene fermamente a quel numero) e il numero di pezzi in cui Voldemort desiderava che fosse divisa la sua anima (poiché riconobbe il significato del numero sette e credeva essere il più grande).
  • Il quinto e il sesto ostacolo sono stati tagliati dall'adattamento cinematografico di Harry Potter e la pietra filosofale. L'enigma della pozione, tuttavia, è stato successivamente mostrato nel secondo disco.
  • Dato che le camere - e la botola che conduce ad esse - non vengono mai menzionate dopo il primo libro, potrebbero essere state costruite magicamente e poi rimosse quando non sono più necessarie.


Leggi il Disclaimer dei contenuti e le risorse di appartenenza

Back To Top