Italian English

BENVENUTO NELLA SEZIONE FILM DI HARRY POTTER

Troverai informazioni su tutti i film di Harry Potter
Harry Potter e il Calice di fuoco - Il Film (25 novembre 2005)

Locandina Harry Potter e il Calice di fuoco (25 novembre 2005) | Potterandmore.com

 

Introduzione 

Harry Potter e il calice di fuoco (Harry Potter and the Goblet of Fire) è un film del 2005 diretto da Mike Newell, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo, quarto episodio della serie di Harry Potter, scritta da J. K. Rowling.

Informazioni e curiosità sul film

Harry Potter e il Calice di fuoco (HHarry Potter and the Goblet of Fire) è un film di genere avventura, fantasy del 2005, diretto da Mike Newell uscito al cinema il 25 novembre 2005 della durata di 157 min (versione cinematografica). Distribuito dalla Warner Bros (Warner Bros., Heyday Films, 1492 Pictures) vede come soggetto il romando di J. K. Rowling, la sceneggiatura è a cura di Steve Kloves. Il produttore è David Heyman affiancato dai produttori esecutivi David Barron, Tanya Seghatchian,. Fotografia a cura di Roger Pratt, montaggio di Steven Weisberg, Effetti speciali di Jim Mitchell, Tim Alexander, Timothy Webber, John Richardson, Musiche di Patrick Doyle, scenografia di Stuart Craig.

Un errore da notare nel film è quando Silente, nella Sala Grande, parla agli studenti del Torneo Tre Maghi, dice che chi vuole proporsi per il torneo deve mettere nel calice di fuoco il suo nome scritto su un pezzo di pergamena. Quando viene estratto il nome di Harry, questo è scritto su un foglietto strappato da un quaderno a righe. Quando Silente butta via il suo ricordo dell'imprevisto, il nome di Harry, nel Pensatoio, è scritto su un pezzo di pergamena.

Dopo le colonne sonore dei primi tre film della serie composte da John Williams, il testimone passa a Patrick Doyle, già collaboratore del regista Newell in altre occasioni.

Il film è stato distribuito dalla Warner Bros. a partire dal 18 novembre 2005 nelle sale nel Regno Unito e negli Stati Uniti, e dal successivo 25 novembre in quelle italiane.

Il film è stato commercializzato come DVD in Italia il 22 marzo 2006. È stato distribuito in diverse edizioni, tra cui una in disco singolo e un'altra in disco doppio. Sono state commercializzate due versioni diverse: la prima (dal nome Harry Potter e il calice di fuoco: Special Edition) e la seconda (chiamata Harry Potter e il calice di fuoco: Deluxe Edition). La seconda di queste contiene più speciali negli extra. Nel 2007 è stata distribuita anche la versione del film in alta definizione sotto forma di BD e in HD DVD.

Il quarto film ha ottenuto un ottimo incasso internazionale di 897099794 $; negli Stati Uniti il film ha incassato 290013036 $, mentre in Italia circa 20127756 €.

Il film viene accolto con recensioni positive. Sul sito Rotten Tomatoes ottiene l'88% delle recensioni professionali positive. Sul sito IMDb ottiene un voto di 7.7/10 e su Metacritic raggiunge un punteggio di 81/100.

Differenze del Film rispetto al romanzo

Harry si sveglia dall'incubo, all'inizio, nella casa dei Weasley, mentre nel libro è ancora dai Dursley a Privet Drive numero 4.

Nel libro Harry incontra la prima volta i Weasley (Arthur, Ron, Fred e George) a casa degli zii quando decisero di venire a prenderlo scendendo dal loro camino con la polvere volante, facendogli scoppiare metà salotto. Inoltre Harry è proprio con la polvere volante che torna alla Tana, mentre nel film non viene specificato, perché infatti Harry, alla domanda di Hermione, risponde: <>. Sempre a casa dei Dursley, viene omessa anche la parte dove Dudley mangia una caramella mou di Fred che gli fa crescere la lingua a dismisura.

Il figlio di Barty Crouch appare fin dall'inizio del film nell'incubo di Harry, e poi lo incontriamo quando evoca il Marchio Nero alla coppa del mondo del Quidditch. Nel libro, invece, Harry lo vede per la prima volta nel Pensatoio di Silente e viene creduto morto per tutta la durata del libro;

Nel film è assente Winky, l'elfa domestica di Bartemius Crouch, e anche Ludo Bagman, così come l'incontro alla Tana di Harry con Charlie Weasley e Bill Weasley;

Alla coppa del mondo di Quidditch manca l'esibizione delle Veela ed è presente solo quella dei Lepricani;

Nel film vengono completamente omesse le Veela, infatti nel libro alla coppa del mondo di Quiddich, avevano anche incantato Harry, che quasi si stava per buttare giù dalle tribune.

Viene fatto pensare che la Coppa sia stata vinta dalla Bulgaria (Fred/George dice chiaramente: "Gli irlandesi si stanno sfogando" mentre invece sono i Mangiamorte), mentre in realtà vince l'Irlanda, anche se Krum prende il boccino;

Nel film la finale della coppa del mondo di Quiddich è stata omessa. Infatti si vede Cornelius Caramell che da l'inizio della partita e poi la scena dopo si vedono i Weasley, Harry e Hermione nella tenda. Nel libro invece, racconta tutta la partita, dove alla fine Viktor Krum (con il naso rotto da un bolide) cattura il boccino d'oro;

Nel film la personalità di Barty Crouch è stata completamente cambiata, da duro e spietato a debole e sensibile; viene inoltre ignorata gran parte della sua storia, tra cui il suo ruolo nella lotta contro i Mangiamorte ai tempi di massimo potere di Voldemort, rendendo il personaggio, nel film, molto più marginale di quanto non fosse nel libro;

Nel libro è totalmente inesistente la scena del film dove Harry si allontana dagli amici e dopo essere inciampato, viene colpito alla testa dalla folla, perdendo conoscienza, svegliandosi poi a attacco finito.

Nel film, alla Coppa del Mondo, il Marchio Nero viene evocato dopo l'attacco dei Mangiamorte, mentre nel libro nel bel mezzo dell'attacco. Inoltre nel film si vede Barty Crouch Jr. evocarlo, mentre nel libro si sente solo l'incantesimo e non si scopre chi lo evoca, ma si scopre solo alla fine.

Nel film vengono completamente omesse le scene nella foresta durante l'attacco dei Mangiamorte alla Coppa del Mondo, la scena dove Harry, Ron e Hermione incontrano Malfoy, quella in cui Harry perde la bacchetta, quella dove poi viene ritrovata da Amos Diggory che sospetta prima di Harry stesso, poi dell'elfa Winky, trovata svenuta con la bacchetta di Harry in mano, dove successivamente l'elfa venne cacciata da Barty Crouch.

Viene inserito, in questo film, il personaggio di Cho, in un incontro del tutto inesistente sul treno per Hogwarts nel romanzo. Invece, Cho sarebbe dovuta apparire nel terzo capitolo della saga, come avversaria di Harry al Quidditch;

Altra differenza è quella dell'arrivo delle due scuole di magia Durmstrang e di Beauxbatons, che arrivano ad Hogwarts la prima serata e non il 30 ottobre come nel libro;

Nel film, gli studenti di Beauxbatons si rivelano essere solo femmine, mentre quelli di Durmstrang solo maschi, invece nel libro sono di ambedue i sessi;

Nel libro gli studenti di Beauxbatons e Durmstrang non si presentano agli studenti di Hogwarts in maniera coreografica;

Nel film Alastor "Malocchio" Moody|Malocchio Moody. ha una gamba di acciaio di foggia umana, mentre nel libro la gamba è di legno ed intagliata a zampa di leone;

Nel film viene omessa la scena dove Silente parla della Stanza delle Necessità, stanza che poi verrà spiegata a Harry da Dobby, e stanza che si rivelerà fondamentale il prossimo anno per l'ES che Harry creerà sotto consiglio di Hermione.

Durante la prima prova del torneo Harry non rimane ferito dall'Ungaro Spinato, e poi nel film, a differenza del libro, vediamo che il drago muore cadendo in un precipizio; questo non dovrebbe essere possibile, in quanto i concorrenti non possono danneggiare i draghi, né tantomeno ucciderli. Risulta chiaro quando Ron, nel libro, racconta che Krum è stato penalizzato sul punteggio finale per aver accidentalmente danneggiato anche solo le uova del suo drago;

Sempre durante la prima prova Harry, dopo aver eseguito l'incantesimo Accio per far arrivare la sua Firebolt nell'arena, si alza in volo e gira (inseguito dal drago) per tutto il castello. Un'altra cosa che non può essere possibile visto che nessun partecipante si può allontanare dall'arena e tantomeno il drago non può liberarsi dalle catene che lo tengono imprigionato.

Le gemelle Patil sono entrambe nella casa di Grifondoro, mentre Padma dovrebbe essere di Corvonero;

Al Ballo del Ceppo, Ron riceve un vestito orrendo, che però riesce a migliorare a colpi di magia; nel film, invece, finisce per imbarazzare la sua compagna Padma Patil e a rivestire un ruolo piuttosto ridicolo;

Nel film, la professoressa McGranitt spiega ai ragazzi del Ballo del Ceppo e invita Ron a ballare con lei per dare una dimostrazione pratica agli altri;

Neville Paciock si rivela, al contrario che nel libro, un ballerino nato (mentre nel libro non fa che pestare i piedi a Ginny, sorella di Ron) e passa una splendida serata ballando sino a tardi;

Nel film la scena nel bagno con Harry e Mirtilla Malcontenta è stata resa molto più maliziosa che nel libro;

Durante la seconda prova, Harry viene aiutato da Neville Paciock invece che dall'elfo domestico Dobby;

L'unica scena in cui è presente Sirius Black è quella in cui la sua testa appare nel camino del dormitorio della Sala Comune di Grifondoro. I tre protagonisti dovrebbero incontrarlo in una caverna vicino a Hogsmeade e dovrebbe essere presente dopo la fine della terza prova nell'ufficio di Albus Silente per ascoltare ciò che è accaduto nel labirinto; grave omissione rispetto alla storia del libro è quindi la scena in cui Sirius e Piton vengono invitati da Silente a scambiarsi una stretta di mano di "riconciliazione" e che sarà il preludio della rifondazione dell'Ordine della Fenice;

Il cadavere di Barty Crouch viene trovato da Harry, Ron, Hermione e da Rubeus Hagrid; mentre nel libro non lo si trova perché il figlio lo aveva trasfigurato in un osso e lo aveva sotterrato nel parco del castello;

Nella terza prova del Torneo Tremaghi, Harry viene inseguito dalle "siepi assassine", invece che dalle creature che vi aveva posto all'interno Hagrid, (come gli Schiopodi Sparacoda, e i Mollicci, non presenti nel film) e i vari incantesimi posti dagli insegnanti; inoltre non si vede l'attacco di Krum, colpito dalla Maledizione Imperius, contro Cedric;

Nell'immagine ufficiale rilasciata dalla Warner Bros raffigurante Harry di fronte alla tomba dei Riddle, il nome del padre di Voldemort è Tom Marvolo Riddle (Tom Orvoloson Riddle nella versione italiana), che è in realtà il vero nome del Signore Oscuro, e sia la data di nascita che quella di morte sono imprecise. In base ad Harry Potter e il principe mezzosangue, Marvolo Gaunt era il nome del nonno materno di Voldemort, ed è quindi altamente improbabile che il padre Babbano del Signore Oscuro avesse avuto il suo stesso secondo nome, che è poi passato a Voldemort.

Nel film, a differenza del libro, Barty Crouch Jr. non viene baciato dai Dissennatori;

Nel libro, durante l'interrogatorio di Barty Crouch Jr., esso racconta tutta la storia di suo padre, dalla Coppa del Mondo a quando l'ha ucciso, mentre nel film spiega solo che Voldemort è tornato.

Viktor Krum, nel film, è prestante e attraente, mentre nel libro è magro e curvo, cammina in maniera impacciata ed è sempre accigliato;

Fleur Delacour è superba (fino alla seconda prova del torneo) nel libro, nel film invece non viene vista come una che tratta con superiorità le altre persone, anzi, il suo ruolo è molto più marginale, inoltre viene omesso il particolare che è una discendente delle Veela; inoltre, nel film ha un rapporto molto più stretto con Ron.

Alcuni caratteri dei personaggi sono sostanzialmente modificati; i più evidenti sono quelli di Silente, di Cedric Diggory e di Hermione;

Nel libro Hermione fonda il C.R.E.P.A., un'associazione che protegge gli elfi domestici, che sarà determinante anche per la sua carriera da adulta e fonte di canzonature da parte di Harry e Ron, ma nel film questo fatto viene omesso;

Vengono omesse anche le visite di Harry, Ron e Hermione alle cucine di Hogwarts per andare a trovare gli elfi domestici (tra cui Harry reincontra l'elfo domestico Dobby).

Sono omessi numerosi articoli di Rita Skeeter sulla Gazzetta del Profeta, contenenti conversazioni private e non narrate dai personaggi.

Non viene neanche citato il fatto che Rita Skeeter sia un Animagus, infatti ella è capace di trasformarsi in uno scarabeo ed è quello il motivo per cui riusciva a spiare Hagrid e Madame Maxime, Hermione ecc.

Nel film non viene citato il fatto che Hagrid e Madame Maxime sono dei Mezzogiganti, caratteristica che provoca umiliazione nei due personaggi in quanto i Giganti erano degli assassini di Babbani e probabili seguaci di Voldemort.

Scene e personaggi tagliati 

Non figurano nel film: il consueto ritorno estivo con i Dursley, Percy, Bill, Charlie e Molly Weasley, Ludo Bagman, Colin Canon, Dennis Canon, Sibilla Cooman, Dobby, l'elfa Winky e Narcissa Malfoy. Nel lungometraggio non sono stati inclusi, poi, alcuni fatti narrati nel libro;

Nella terza prova del torneo Tremaghi: la sfinge che blocca Harry, il ragno gigante che attacca lui e Cedric, sono state tagliate;

La morte e la scomparsa dell'impiegata del Ministero della Magia Bertha Jorkins;

La scena in cui Harry dà il denaro della vincita del Torneo ai gemelli Weasley, dettaglio rilevante che si ripercuoterà nei libri a venire, quando Fred e George lo useranno per mettere in piedi il loro negozio Tiri Vispi Weasley a Diagon Alley.

Due scene del Pensatoio sono state tagliate e aggregate all'unica rimasta;

Lo scetticismo del ministro Cornelius Caramell nel voler credere al ritorno di Lord Voldemort;

Le direttive che mette subito in atto Albus Silente per reistituire l'Ordine della Fenice;

Le scene con gli elfi domestici: Winky, durante la coppa del mondo di Quidditch, Dobby, nelle cucine della scuola, e, sempre nelle cucine, gli elfi alle dipendenze di Hogwarts.

Trama

Harry Potter, nel sonno, ha una visione stranamente realistica in cui vede il custode di una villa abbandonata venire ucciso da un informe Lord Voldemort, dopo averne spiato una conversazione con Peter Minus, alias Codaliscia, fuggito poche settimane prima, e un uomo sconosciuto a cui Voldemort assegna il compito di catturare il giovane ragazzo. Invitato alla Tana dall'amico Ron Weasley, Harry assiste successivamente all'emozionante finale della Coppa del Mondo di Quidditch tra Irlanda e Bulgaria, assieme a Hermione Granger, alla famiglia Weasley, a Cedric Diggory e a suo padre Amos. Durante i festeggiamenti per i vincitori, alcuni Mangiamorte, i seguaci di Voldemort, comparsi inaspettatamente dopo un decennio di latitanza e inattività, seminano il panico. Tra di loro vi è il misterioso uomo del sogno di Harry, che lancia nel cielo il famoso e terribile simbolo del Signore Oscuro, il Marchio Nero.

Il trio fa ritorno a Hogwarts per frequentare il quarto anno di istruzione. Il nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure è il celebre ed eccentrico ex auror Alastor Moody (detto anche Malocchio Moody), che nel corso delle sue lezioni si dimostrerà parecchio coraggioso, severo e soprattutto anticonformista: infatti mostrerà all'intera classe le tre maledizioni senza perdono, tra cui l'Anatema che Uccide, l'Avada Kedavra. La scuola, inoltre, decide di reintegrare il Torneo Tremaghi, una leggendaria competizione che prevede il superamento di tre pericolose prove di abilità: gli studenti maggiorenni delle tre scuole europe di magia (Hogwarts, Durmstrang e Beauxbatons) dovranno inserire nel Calice di Fuoco il loro nome e il calice estrarrà a sorte i nomi dei tre sfidanti (uno per scuola). Viktor Krum (celebre Cercatore della squadra di Quidditch bulgara) viene selezionato per Durmstrang, Fleur Delacour per Beauxbatons e Cedric Diggory per Hogwarts, ma a sorpresa, il Calice seleziona un quarto giocatore: Harry Potter. Tutti accolgono la selezione del quarto sfidante con preoccupazione e stupore da parte degli insegnanti e con disgusto da parte degli studenti, compreso (momentaneamente) Ron.

Harry, aiutato ai consigli Malocchio e l'aiuto di alcuni suoi amici, riesce a superare la prima prova (sconfiggere un drago, un Ungaro Spinato) e la seconda (salvare un amico dal Lago Nero infestato da Maridi). Dopo la seconda prova, però, un funzionario del Ministero della Magia, Barty Crouch, viene ritrovato morto. Nel mentre che attende il Preside nel suo ufficio per discutere della situazione di Crouch, Harry interagisce con il Pensatoio di Silente, una fontanella nel quale poter vedere i ricordi estratti dalla mente. In uno dei ricordi, Harry vede la processione del preside di Durmstrang, Igor Karkaroff, che, pentito per essersi unito ai Mangiamorte, rivela le identità di alcuni dei Mangiamorte più famosi (tra questi figurano il nome di Piton e Malfoy, che si erano costituiti già da giorni), citando infine il nome di colui che fece impazzire a morte i genitori di Neville Paciock: il figlio di Barty Crouch, Junior (che Harry nota essere l'uomo del suo sogno).

L'ultima prova consiste nel superare un labirinto disseminato di pericolosi ostacoli magici per recuperare il trofeo, la Coppa Tremaghi, posta al centro di esso, che si rivelerà essere, a sorpresa, una Passaporta (un oggetto in grado di teletrasportare in un altro luogo la gente che lo tocca). Harry e Cedri la toccano contemporaneamente e vengono trasportati in uno spettrale cimitero, dove Harry nota essere sepolto il padre di Voldemort. Ad attenderli c'è Peter Minus, che uccide Cedric e intrappola Harry su ordine di Voldemort, rinsecchito e privo di forze.

Ha così inizio il rituale di resurrezione del terribile Voldemort: Minus si taglia una mano, gettandola nel calderone, nel quale si trova anche la forma semiumana del Signore Oscuro, poi recupera le ossa del padre di Voldemort, Tom Riddle, e infine preleva del sangue da Harry con un pugnale. Voldemort risorge e, richiamati i Mangiamorte per sgridarli, affronta Harry, ma senza successo: il ragazzo viene aiutato a fuggire dagli spiriti dei suoi genitori, di Cedric e del custode, fuoriusciti dalla bacchetta di Voldemort dopo il singolare fenomeno del Prior Incantatio, dovuto ai nuclei gemelli delle due bacchette magiche (entrambe le bacchette di Voldemort e Harry sono fatte con le piume della stessa fenice). Il ragazzo riesce quindi a ritornare a Hogwarts, sempre grazie alla Passaporta, portando con sé il corpo di Cedric.

Harry comunica a tutti che Lord Voldemort è risorto. Moody cerca di farsi raccontare da Harry gli avvenimenti del cimitero, facendo insospettire Harry, poiché egli non aveva accennato al luogo dell'accaduto; Moody diventa sempre più nervoso e tenta di aggredire Harry, ma il preside Albus Silente e i professori Minerva McGranitt e Severus Piton riescono a smascherarlo: egli è infatti Barty Crouch Jr., il quale assumeva costantemente la Pozione Polisucco per prendere le sembianze di Alastor Moody. Era infatti stato lui a iscrivere Harry al torneo e ad aver stregato la Passaporta affinché trasportasse Harry da Voldemort. Viene infine celebrata nella Sala Grande una commemorazione funebre in onore di Cedric Diggory, prima vittima della nuova ascesa del Signore Oscuro. Il film si conclude con il ritorno a casa delle due scuole, Durmstrang e Beauxbatons, osservato da una terrazza da Harry, Ron e Hermione.

Produzione

Il film è stato prodotto da David Heyman e sceneggiato da Steve Kloves. La pre-produzione del quarto film si è avviata nel dicembre 2003, mentre le riprese sono incominciate il 4 marzo 2004. Il film è stato girato principalmente negli Studio Leavesden, e le riprese sono terminate a novembre 2004; il budget del film è stato di circa 150000000 $.

La band che suona durante il Ballo del Ceppo è composta da alcuni famosi musicisti come Jarvis Cocker dei Pulp, Philip Selway e Jonny Greenwood dei Radiohead. Inizialmente era prevista la partecipazione dei Franz Ferdinand, ma a causa di altri impegni la band britannica ha dovuto rinunciare. La band nel libro viene chiamata "Sorelle Stravagarie" (Weird Sisters), ma per motivi di copyright nel film è rimasta senza nome.

 

Riconoscimenti e Premi

  • 2006 - Premio Oscar
    • Nomination Migliore scenografia a Stuart Craig e Stephenie McMillan
  • 2006 - Premio BAFTA
    • Migliore scenografia a Stuart Craig
    • Nomination Miglior trucco a Nick Dudman e Amanda Knight
    • Nomination Migliori effetti speciali a Jim Mitchell, Tim Alexander, Timothy Webber e John Richardson
  • 2005 - Critics' Choice Movie Award
    • Nomination Miglior film per la famiglia
    • Nomination Miglior giovane interprete a Daniel Radcliffe
    • Nomination Miglior giovane interprete a Emma Watson
  • 2012 - Critics' Choice Movie Award
    • Nomination Miglior film affiliante
  • 2006 - Empire Award
    • Premio Speciale (Per il contributo dato al cinema Britannico)
    • Nomination Miglior film britannico
    • Nomination Miglior fantasy
  • 2006 - MTV Movie Award
    • Nomination Miglior performance di gruppo a Daniel Radcliffe, Emma Watson e Rupert Grint
    • Nomination Miglior eroe a Daniel Radcliffe
    • Nomination Miglior cattivo a Ralph Fiennes
  • 2005 - Satellite Award
    • Nomination Migliori costumi a Jany Termime
    • Nomination Miglior canzone (Magic Works) a Jarvis Cocker
  • 2006 - Saturn Award
    • Nomination Miglior film fantasy
    • Nomination Migliore regia a Mike Newell
    • Nomination Miglior attore emergente a Daniel Radcliffe
    • Nomination Migliore sceneggiatura a Steve Kloves
    • Nomination Migliori costumi a Jany Termime
    • Nomination Miglior trucco a Nick Dudman e Amanda Knight
    • Nomination Miglior colonna sonora a Patrick Doyle
    • Nomination Migliori effetti speciali a Jim Mitchell, Tim Alexander, Timothy Webber e John Richardson
  • 2006 - Premio Hugo
    • Nomination Miglior rappresentazione drammatica (forma lunga) a Mike Newell, Steve Kloves e J. K. Rowling
  • 2005 - Las Vegas Film Critics Society Award
    • Miglior film per la famiglia
  • 2006 - Teen Choice Award
    • Miglior film drammatico
  • 2005 - Visual Effects Society
    • Nomination Migliori effetti visivi a Jim Mitchell, Theresa Corrao, Tim Alexander e Tim Webber
    • Nomination Miglior personaggio animato (Il drago) a Steve Rawlins, Eric Wong, Robert Weaver e Steve Nichols
    • Nomination Miglior ambiente creato (Il Lago Nero) a Andy Kind, Ivan Moran, Rob Allman e Justin Martin
    • Nomination Migliori modelli e miniature (Scuola di Hogwarts) a José Granell e Nigel Stone
    • Nomination Miglior composizione (La bocca di Voldemort) a Ben Shepherd, Uel Hormann, Charley Henley e Nicolas Aithadi
  • 2006 - ASCAP Award
    • Top Box Office Films a Patrick Doyle
  • 2006 - Golden Trailer Awards
    • Miglior film d'animazione/per la famiglia
  • 2006 - Kids' Choice Awards
    • Miglior film
  • 2006 - London Critics Circle Film Awards
    • Nomination Attore britannico non protagonista a Brendan Gleeson
  • 2006 - Golden Reel Award
    • Miglior montaggio sonoro in un film straniero
  • 2013 - People's Choice Awards
    • Nomination Miglior saga
  • 2012 - Art Directors Guild
    • Contributo alla cinematica immaginaria
  • 2005 - British Society of Cinematographers
    • Nomination Miglior fotografia a Roger Pratt
  • 2005 - International Film Music Critics Award
    • Miglior colonna sonora per un film fantasy/di fantascienza a Patrick Doyle
    • Nomination Colonna sonora dell'anno a Patrick Doyle
  • 2006 - Kids' Choice Awards Australia
    • Nomination Miglior attrice protagonista a Emma Watson
  • 2006 - NRJ Ciné Awards
    • Top of the Box Office
  • 2006 - Online Film & Television Association
    • Nomination Miglior performance giovanile a Emma Watson
    • Nomination Migliori effetti visivi a Jim Mitchell, Tim Alexander, Tim Webber e John Richardson
    • Nomination Miglior sequenza dei titoli
  • 2006 - World Soundtrack Awards
    • Nomination Miglior canzone originale (Magic Works)

Sequel e Prequel

Il film ha avuto un sequel e un prequel:

Trailer Harry Potter e il Calice di fuoco - Il Film (25 novembre 2005)

 

 

 


Leggi il Disclaimer dei contenuti e le risorse di appartenenza

Back To Top